31
gen 2007

300: la seconda volta di Frank Miller, Il Film presto al cinema

A voler essere precisi, il titolo dovrebbe essere “300, la seconda volta di Frank Miller (foto) da quando si è riappacificato con Hollywood”, visto che, di collaborazioni con il mondo della celluloide, Miller ne ha già avute in passato. Purtroppo sono state molto infelici, tanto che, dopo Robocop3, la sua ultima collaborazione, ha dichiarato che non avrebbe più consentito adattamenti cinematografici dai suoi fumetti, a causa del fatto che, nonostante le sue idee fossero state tutte scartate o storpiate, i produttori misero comunque il suo nome nei titoli di coda.
Dopo più di dieci anni ci ha pensato Robert Rodriguez a riavvicinarlo al cinema, regalandoci quella piccola perla dark/noir che fu Sin City, e, soprattutto, dando vita ad un modo nuovo di trarre cinema dai fumetti, fedele quasi al 100% alla storia originale.
Seguendo questa stessa filosofia di fondo, si presenterà a breve nelle sale cinematografiche “300″, il film tratto dall’opera più sentita e voluta dal Frank Miller fumettista…
300

La più sentita, perché Miller non ha mai nascosto la sua passione per l’antica Grecia. Ci sarebbero decine di esempi simili, che non è il caso di elencare, ma, è curioso notare che, gia in “Sesso e sangue a Sin City”, verso le ultime pagine, in una spettacolare splash page, mostrava Leonida alla guida dei suoi guerrieri lungo il passo delle Termopili in un parallelo col protagonista che stava conducendo i suoi nemici ad una trappola analoga.

Già in passato covava il desiderio di scrivere a sua volta qualcosa basato sulle gesta di quegli eroi che tanto l’affascinavano. Questa storia alla fine l’ha realizzata, e il risultato è un racconto che ha sbancato negli Eisner Awards del 1999, vincendo nelle categorie: Migliore Serie Terminata/Limitata, Miglior Scrittore/Disegnatore e Migliori Colori (quest’ultimo vinto da Lynn Varley, sua moglie).

La trama è un interpretazione dell’autore della famosa battaglia tenuta al passo delle Termopili nel 480 a.C., dove 300 guerrieri spartani guidati dal loro re, Leonida, assieme ad alcuni alleati inviati dalle altre città greche, riuscirono per 3 giorni a tener bloccato l’immenso esercito persiano di Serse I.

Trailer Cinema: 300

[dailymotion 78EpkSHjTAVml3mIC]
Alla fine vennero traditi. Leonida allontanò gli alleati e rimase col manipolo di spartani a coprire loro la fuga. Il loro sacrificio (oltre che causare più di ventimila morti tra i persiani) smosse tutto il mondo greco, e diede il tempo agli alleati di organizzare la difesa, che si concluse con la sconfitta di Serse nella Battaglia di Salamina.
Molte storie e leggende sono sorte dietro questa battaglia, e Miller fa man bassa di aneddoti che la riguardano, spargendoli nella sua personalissima reinterpretazione dello scontro.

Riguardo il film, quello che più colpisce vedendo le prime immagini è la perfetta fedeltà alle tavole da cui sono tratte. Stesse inquadrature, stessi passaggi, stessi dialoghi. Come nel film di Rodriguez, anche qui i personaggi, interpretati da attori reali, si muovono su uno sfondo ricreato con la computer grafica. Il risultato finale è la parvenza di trovarsi quasi catapultato nelle pagine del racconto. Si crea un forte senso di legame con il fumetto che manca nei film girati completamente dal reale.
Unico neo nelle anteprime che ho visionato è la presenza di alcune scene e personaggi che nella storia originale non ci sono. Alcune parti di un Leonida bambino e alcuni guerrieri persiani dall’aspetto completamente inumano che non trovano spazio nel fumetto.

Galleria 300

300_4.jpg300_3.jpg300_2.jpg300_1.jpg

La paura è che Zack Snyder, il regista, fattosi conoscere soprattutto per il remake de L’alba di morti viventi, abbia dato fondo alla sua cultura horror per “arricchire” la trama originale.
La speranza è che Miller, di solito molto rigoroso da questo punto di vista, abbia posto un freno alle potenziali libere interpretazioni di sceneggiatori e regista.
Per la risposta dovremo attendere il 6 Aprile 2007, la data di uscita ufficiale del film. Solo allora sapremo se il creatore della saga di Sin City si è mantenuto fedele a se stesso, o se, a fronte dei capitali smossi, ha ceduto di fronte alle richieste dei produttori.

Due piccole curiosità

Frank Miller e Robert Rodriguez sono all’opera per completare il seguito di Sin City, che dovrebbe arrivare nelle sale cinematografiche a fine anno.
Per Zack Snyder questo è un banco di prova. Infatti per lui è in programma la regia dell’adattamento cinematografico del fumetto che, più di ogni altro, ha contribuito a svecchiare e rendere moderno il concetto del supereroe. Watchman, il capolavoro di Alan Moore.

Scheda del Film

Titolo originale: 300
Nazione: USA
Genere: Avventura, Storico
Durata: 117 min. (colore)
Data di uscita prevista in italia: 06 Aprile 2007
Regia: Zack Snyder
Sceneggiatura: Michael Gordon
Protagonisti: Gerard Butler, Lena Headey, David Wenham, Dominic West, Vincent Regan, Michael Fassbender, Rodrigo Santoro, Andrew Tiernan
Sito ufficiale: http://300themovie.warnerbros.com

Scritto da Massimo [Diapolik].

8 Commenti a “300: la seconda volta di Frank Miller, Il Film presto al cinema”

  1. Grazie Diapolic,
    l’articolo è estremamente interessante. Sono contento che Miller si sia “riappacificato” con Hollywood… Sincity è stato davvero eccezionale, un incredibile fumetto in movimento. Ed ed anche se di “300″ non ne avevo mai sentito parlare, il trailer mi attira tantissimo!

    31 gennaio 2007 alle 22:31
    +1
  2. Ciao DesMM, veramente, continuano a stupirmi i tuoi post! Quello del Magic Brush è incredibile!
    Inoltre le teniche che presenti x disegnare sono davvero ben dettagliate!
    Grazie x i complimenti sul mio sito! :D
    Ciao!

    1 febbraio 2007 alle 14:26
    vota!
  3. Ciao RD, ti ringrazio di tutto, ti correggo solo quanto hai scritto per l’autore
    visto che in questo caso come in altri non sono sempre io scrivere quindi i complimenti li condivido volentieri con gli altri scrittori.

    E nel caso di quest’articolo con Diapolic. ;)
    L’unico scrittore con cui abbia collaborato che devo limitare la sua voglia di Scrivere. E sono contentissimo del suo entusiasmo :D

    1 febbraio 2007 alle 14:46
    vota!
  4. Ok :D, allora complimenti a te, Diapolic e a tutto lo staff!
    Ciao

    1 febbraio 2007 alle 14:47
    vota!
  5. Molto interessanti i retroscena fra Miller e i produttori di Hollywood. Per quanto riguarda la storia del fumetto e del film, non vorrei sbagliarmi, ma è proprio la versione dei fatti di cui Gore Vidal si fa polpette nel suo libro “Creazione”, in cui, tra l’altro e seppur in un contesto romanzato, fa un’analisi di queste leggende e le liquida come semplice propaganda antipersiana, peraltro comprensibile. Ciao!

    1 febbraio 2007 alle 17:55
    vota!
  6. Diapolic

    Grazie mille RD ;)

    1 febbraio 2007 alle 18:18
    vota!
  7. Diapolic

    Bhe, Davide, di sicuro molte storie riguardo la battaglia sono state aggiunte e ingigantite dai cantori dell’epoca. Piu che per proganda antipersiana penso per la naturale propensione dei greci antichi di autocelebrarsi.
    Inoltre, gli spartani, erano si storicamente un popolo che viveva per la guerra, ma, nel fumetto, bisogna ammettere che Miller gioca molto su questo, spingendo fino all’inverosimile l’ideologia rappresentata da Sparta.
    Sai, non ho mai letto “Creazione”, ma mi hai incuriosito. Mi sa che la piu presto passerò a fare un salto in libreria :)
    Ciao

    1 febbraio 2007 alle 20:07
    vota!
  8. [...] fedeltà quasi maniacale alle tavole di Dave Gibbons. Zach Snyder aveva fatto la stessa cosa con 300, mostrando anteprime che sottolineavano la fedeltà al fumetto di Frank Miller, per poi andare di [...]

    Continua a leggere su Watchmen al cinema - PaintBlog
    5 marzo 2009 alle 18:39



Vai in Home Page | Archivio articoli | Feed RSS degli articoli | Design Multimedia Blog